STUDIO LAZZARI

Terapia fisica e strumentale

Ultrasuoni:

Gli ultrasuoni sono vibrazioni acustiche aventi una frequenza di oscillazione superiore a quella percepibile dall’orecchio umano. Gli effetti in fisioterapia sono legati principalmente ad una azione di micro massaggio .
I campi di applicazione sono di varia natura .

Magneto terapia:

E' un campo magnetico pulsatoa bassa frequenza e bassa intensità. E’una metodica non invasiva, molto indicata per stimolare la rigenerazione delle fratture e per rallentare l’osteoporosi.
La Magnetoterapia, nelle modalità sopradescritte è efficace poiché quasi tutta la materia vivente ha una polarità e quindi risente positivamente dell’effetto di agitazione e di trasferimento di energia che si verifica con l applicazione edei campi magnetici.

Tens:

Corrente bifasica a bassa frequenza, si applicano attraverso elettrodi adesivi che vengono posizionati sulla cute secondo schemi precisi.
Le correnti sono erogate da strumenti in grado di variare moltissimo i parametri di erogazione e così adeguarsi alla patologia ed alla sensibilità del paziente. Tutte comunque agiscono sulle fibre nervose sensitive, innalzando la soglia del dolore e favorendo la liberazione di endorfine.

LASER co2:

Sta ad indicare il fenomeno della amplificazione della luce attraverso l'emissione stimolata di radiazioni. 
Alla base del fenomeno dell'emissione della luce vi è un processo di assorbimento di energia che viene poi resa spontaneamente sotto forma luce e poi amplificata in modo tale da avere densità e potenza necessarie. Il laser a CO2 è un laser a gas che utilizza una miscela di gas CO2. 
La luce del laser CO2 è invisibile ed è visualizzata da un raggio laser rosso di piccola potenza, , che serve per delimitare l'area di trattamento. 
Il ruolo del Laser è essenzialmente antalgico e antiinfiammatorio; i benefici sono dovuti: 

  • All'attività biostimolante, intesa come capacità di velocizzare i processi energetici e le reazioni biochimiche dei tessuti (che risultano alterati nei processi patologici); 
  • All'effetto termico (vasodilatazione-vasocostrizione).

Indicazioni: 

  • Epicondiliti 
  • Malattia di De Quervain
  • Tendiniti

Postumi di interventi chirurgici (es. ricostruzione del crociato)

  • Stiramenti e strappi muscolari
  • Borsiti
  • Distorsioni (es. caviglia)
  • Postumi di fratture
  • Ematomi
  • Artrosi

Ionoforesi:

È una tecnica terapeutica che utilizza un generatore di corrente continua, quindi con un polo positivo ed uno negativo. Il generatore alimenta, attraverso appositi cavi, degli elettrodi cutanei intrisi del farmaco.Il paziente avverte in genere un leggero pizzicore.

Si utilizza associata ai FANS per permetterne l’assorbimento.